Natale 2016: mons. Filograna (Nardò-Gallipoli), “guardiamo tutti con tenerezza ed amore” accogliendo Cristo “nascosto nei poveri”

“Guardiamo tutti con occhi di tenerezza e amore. Mi direte che è difficile, forse impossibile. Vi rispondo che è vero, ma Dio ce lo chiede”. Così monsignor Fernando Filograna, vescovo di Nardò-Gallipoli, nel messaggio di auguri natalizi alla diocesi. Natale, spiega, è accogliere  nella nostra vita la luce “delicata” e “diafana” di Dio, che non abbaglia ma “riscalda pian piano i cuori, come fa una piccola lampada”. Accoglierla “nelle nostre lentezze, nelle nostre oscurità, nelle nostre debolezze. Sarà Natale quando non ci lasceremo più schiacciare dal peso delle nostre colpe, ma le vivremo con Lui”. “Non avvenga per noi, come per tanti – il monito del presule -, di perdere l’essenziale a Natale. La bellezza dei nostri presepi non ci faccia dimenticare lo splendore del Cristo nascosto nei poveri, nei carcerati, nei sofferenti, negli anziani, negli uomini soli, in coloro a cui la vita non ha riservato il meglio, in quelli che si sentono tormentati dai loro dolori, non accettati per ciò che realmente sono, frustati dalla monotonia, dalla frenesia, dalla noia, in chi arriva da terre lontane con aspettative piene di felicità”. “Ripartiamo da noi, dalle nostre debolezze, che Dio in Cristo Gesù vuole guarire per mezzo del suo Spirito, per giungere a donarci agli altri senza riserve. Natale – conclude – è dono di Dio fatto uomo, è compito dell’uomo di essere simile a Dio e fratello vero degli altri”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa

Informativa sulla Privacy