Solidarietà: Martinez (RnS), “va ristabilita la fiducia sociale altrimenti non si cancella lo stigma”

“C’è tanto lavoro da fare, se è vero che ogni detenuto costa alla società civile 5mila euro al mese e la recidiva della pena è altissima”. Lo ha detto Salvatore Martinez, presidente nazionale Rinnovamento nello Spirito, durante la conferenza stampa di presentazione della terza edizione di “L’ALTrA cucina… per un pranzo d’amore”. ” Va ristabilita la fiducia sociale, altrimenti lo stigma di cui ha parlato anche Papa Francesco non si cancella – ha continuato il presidente rispondendo alla domanda di un cronista sul perché secondo lui in Italia non fosse stata concessa l’amnistia nonostante l’appello del Pontefice -. Basti pensare che il 6 novembre in occasione del Giubileo dei carcerati, in Sala Nervi era in programma un grande evento ma cinque giorni prima è saltato inspiegabilmente, nonostante il lavoro di mediazione e collaborazione fra società civile, Stato e Città del Vaticano”. “Il gesto che vogliamo compiere il 22 dicembre – ha proseguito Martinez in merito all’iniziativa presentata oggi – sarà davvero una speciale visita che credenti e non credenti, uomini e donne di buona volontà che vogliono gratuitamente e generosamente offrire per un altro Natale all’insegna di un’alta cucina e dunque di un’altra fraternità possibili. Noi crediamo – ha concluso – che ogni uomo è sempre lo spazio di un miracolo d’amore e che solo la sofferenza ha il potere d’insegnarci questo e di ridarci la giusta misura del nostro vivere condividendo la vita. Ecco allora la possibilità di un’altra cucina; di un altro spettacolo; di un altro modo di mettere i primi a servizio degli ultimi, facendoli incontrare e gioire insieme, senza riserve, senza limiti alla generosità e alla creatività umana”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy