Diocesi: Caritas Verona, nel 2016 raccolti 156.594 euro. Donate 68 tonnellate di alimenti. Aiuti a popolazioni terremotate e di Ucraina e Siria

Nell’Anno del Giubileo della misericordia la Caritas della diocesi di Verona ha messo in campo la campagna “Adotta una famiglia vicina” e, in qualità di capofila di Rete talenti la campagna “Diamoci una mano” con “Adotta uno scaffale” e “Adotta una borsa della spesa”. Le donazioni raccolte hanno registrato un totale di 156.594,00 euro; sono state donate e distribuite 68 tonnellate di alimenti. È quanto emerge dal consueto bilancio di fine anno. Grazie alle donazioni sono stati attivati progetti di housing sociale per famiglie con recupero di alloggi sfitti e inserimento in progetti di accoglienza di 33 adulti e 34 bambini. È stato inoltre possibile rifornire con alimenti di prima necessità gli “empori della solidarietà”, veri e propri supermercati dove 362 famiglie hanno fatto la spesa e scelto dagli scaffali cibo secondo le proprie esigenze. Tra i donatori, la catena degli Eurospin che ha donato alla Caritas italiana migliaia di peluches di Kung Fu Panda. La Caritas scaligera ha ricevuto oltre 1.600 pupazzi che saranno in “vendita” ad offerta libera presso la Rettoria Caritas di San Giovanni in Foro di Corso Portoni Borsari per rifornire di alimenti gli empori della solidarietà. Nell’azione di contrasto alle povertà, 793 persone hanno beneficiato di beni e servizi materiali come contributi per il pagamento di bollette, spese scolastiche, di alloggio e di viaggio. L’ambulatorio Beato Carlo Steeb è stato rifornito di farmaci da distribuire ai pazienti in situazione di difficoltà economica che vi trovano anche cure mediche di base e specialistiche. Caritas veronese ha inoltre raccolto 379.685 euro per i terremotati del Centro Italia; 44.950 e 13.805 euro per le popolazioni, rispettivamente, di Ucraina e Siria.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy