Assemblea Fisc: Zanotti (presidente), “debitori” ai padri fondatori della Federazione. Uno sguardo al futuro

“Saremo sempre debitori ai padri della Fisc per la loro incredibile intuizione”. Così Francesco Zanotti, presidente uscente della Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha ricordato i “padri fondatori”, aprendo oggi a Roma i lavori della XVIII assemblea nazionale elettiva. Tra pochi giorni (il 26 novembre), ha detto, “ricorrono i 50 anni di fondazione. Non possiamo che essere immensamente grati a quanti ci hanno preceduto, per l’intuizione avuta e per l’eredità lasciataci prima nella Fisc e poi nel Sir”. Zanotti ha citato i nomi dei presidenti Fisc: don Aldo Gobbi (poi vescovo di Imola), dal 1966 al 1968; don Franco Peradotto, dal 1968 al 1980; don Giuseppe Cacciami, dal 1981 al 1986; don Gilberto Donnini, dal 1987 al 1992; don Duilio Corgnali, dal 1993 al 1998; don Vincenzo Rini, dal 1999 al 2004; don Giorgio Zucchelli, dal 2005 al 2010. “Nel momento in cui festeggiamo 50 anni di storia- ha aggiunto – ricordiamo quanti, e sono davvero tanti, in questi decenni hanno dato vita a questa nostra Federazione”. Oggi, ha poi proseguito dopo un momento di silenzio, “mentre festeggiamo, vogliamo guardare anche avanti. Che ne sarà di questa Federazione? Andrà avanti meglio di prima, ne sono certo, a vantaggio dei giornali ad essa associati e a vantaggio delle Chiese locali che li editano. Cambierà il modo di fare giornalismo, di confezionare le pagine? Staremo di più sulla rete? Nessuno ancora sa come si presenteranno i prossimi anni e quali sorprese ci riserveranno. A noi sta a cuore l’uomo, tutto l’uomo, nella sua massima accezione”. Questo, ha concluso, “sarà sempre il nostro tratto caratteristico, come lo è stato fino ad ora: leggere l’esperienza umana alla luce del Vangelo, per condividere la gioia del Vangelo. Magari useremo mezzi diversi, linguaggi diversi, ma il cuore del nostro messaggio rimarrà lo stesso”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy