Svizzera: i vescovi chiederanno perdono alle vittime di abuso sessuale. Giornata di preghiera lunedì 5 dicembre

Un momento di preghiera e di perdono per le vittime di abusi sessuali commessi da membri della Chiesa nell’ambito di un contesto ecclesiale. E’ quanto promuovono i vescovi svizzeri dandosi appuntamento lunedì 5 dicembre nella Basilica di Valère a Sion e rispondendo così alle indicazioni suggerite da papa Francesco. All’iniziativa si uniranno anche i superiori maggiori delle Congregazioni religiose ed una delegazione delle vittime di abuso. “Perché il Signore assista le vittime – è l’intenzione di preghiera- e li aiuti a guarire dalle ferite provocate e sostenga ogni sforzo volto ad allontanare questa grave colpa da tutte le strutture e da tutti i comportamenti e i pensieri in seno alla Chiesa”. Come per la Francia, anche in Svizzera la giornata di preghiera e perdono si svolgerà in occasione dell’Assemblea ordinaria della Conferenza episcopale dei vescovi svizzeri che si terrà dal 5 al 7 dicembre a Sion. Ai giornalisti, i vescovi presenteranno “un bilancio” sugli abusi sessuali commessi in ambito ecclesiale, lunedì 5 dicembre.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy