Esteri: Cina, biotecnologia corre. Pechino mette l’etica da parte

(DIRE-SIR) – L’utilizzo della biotecnologia per aumentare le capacità umane, intelligenza e prestazione fisica, è sempre più oggetto di dibattito. E mentre in occidente la questione suscita diversi dubbi da un punto di vista etico, in Asia – e sopratutto in Cina – vi sono meno barriere legali alla sperimentazione. Addirittura l’editing genetico di embrioni umani è stato finanziato dal governo cinese, mentre la mancanza di un dibattito democratico rende l’opinione pubblica – potenzialmente contraria – un ostacolo facilmente aggirabile. I più sospettosi ipotizzano che il vantaggio cinese nella biotecnologia possa in futuro tradursi in una competizione impari in vari settori, a partire dalle competizioni sportive: la Cina già fa paura figuriamoci con una popolazione “geneticamente modificata”. (www.china-files.com) (www.dire.it)

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy