Biblioteche ecclesiastiche: don Pennasso (Cei), “ruolo in azione pastorale” e “ricadute su vita comunità”

Le biblioteche ecclesiastiche svolgono “un ruolo fondamentale all’interno dell’azione pastorale della diocesi”, hanno “significativi legami e ricadute sulla vita della comunità e del territorio di appartenenza” e “sono interessanti per l’intero patrimonio ecclesiastico”. Ne è convinto don Valerio Pennasso, direttore dell’Ufficio nazionale per i beni culturali ecclesiastici (Unbce) e l’edilizia di culto della Cei. Prendendo la parola all’incontro “Mano ai libri”, promosso oggi a Roma dallo stesso Ufficio Cei in collaborazione con l’Iccu e la Biblioteca nazionale centrale capitolina a trent’anni dal Servizio bibliotecario nazionale e a dieci dalla nascita della rete di biblioteche ecclesiastiche (Pbe), don Pennasso si sofferma sulle priorità del Pbe. Richiamando il convegno ecclesiale di Firenze, il direttore dell’Ufficio Cei ricorda il monito del Papa sul “volto umano della Chiesa”, una “Chiesa umile che guarda alla dignità delle persone, alla loro umanità, che trova felicità nel momento in cui pone al centro la persona”. Per don Pennasso, le biblioteche ecclesiastiche svolgono “un ruolo fondamentale all’interno dell’azione pastorale della diocesi, sono veri e propri istituti culturali dinamici e propositivi che utilizzano il patrimonio librario per raccontare i sogni, i pensieri, la vita delle persone e della comunità”. Si tratta di “una comunità ampia; l’anagrafe stessa degli istituti culturali testimonia questo enorme patrimonio che le diocesi e gli istituti di vita consacrata offrono al territorio”. In prospettiva “occorre incentivare le relazioni tra biblioteche, a livello diocesano, regionale e nazionale” e “pensare il servizio bibliotecario a partire dalle necessità e dalle attese delle persone, dal loro vissuto” partendo da “un sistema di qualità” per dire “alla gente dove andare, offrire senso”. Quindi: analisi dell’esistente, individuazione degli obiettivi, definizione delle attività utili per conseguire questi obiettivi. Nel triennio 206 – 2018 le risorse per le biblioteche sono garantite.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy