Giubileo: Roma, una mostra sui “volti della misericordia” nella Chiesa del Lazio

“Esemplificare le diverse forme che ha assunto nel corso del tempo l’opera di misericordia”. Questo l’obiettivo della mostra “Servire l’uomo. I volti della Misericordia nella Chiesa del Lazio”, che si apre venerdì prossimo, 7 ottobre, all’Archivio di Stato di Roma (Palazzo della Sapienza, biblioteca Alessandrina, Corso del Rinascimento, 40) e rimarrà aperta al pubblico (orari: lunedì-venerdì ore 10-17, ingresso libero) fino al 28 ottobre. I documenti esposti, che abbracciano un arco cronologico che va dalla metà del XVI secolo agli anni Trenta del XX, provengono da alcuni archivi delle diocesi e degli ordini religiosi del Lazio e attestano le opere di misericordia corporale e spirituale poste in essere da laici ed ecclesiastici con lo scopo di dare attuazione concreta ai precetti evangelici. I documenti, appartenenti a numerosi fondi archivistici (Sinodi diocesani, Visite pastorali, Compagnie e confraternite, Statuti e regolamenti, ecc.), dimostrano come l’azione caritatevole abbia ben presto assunto una forma strutturata e “corale”, dando vita a organizzazioni e associazioni capaci di incidere fortemente sul tessuto sociale. Nascono così, sotto la spinta della Chiesa e delle autorità laiche, confraternite, compagnie o congregazioni che si dotano di statuti e regolamenti che disciplinano, oltre all’organizzazione interna, le modalità di una capillare opera assistenziale che copre ambiti assai vasti: dalla cura degli infermi alla sepoltura dei morti, dal sostentamento dei poveri all’accoglienza dei pellegrini, dall’insegnamento della dottrina cristiana al sostegno agli agonizzanti e ai carcerati. La mostra gode del patrocinio del Pontificio Consiglio per la Promozione della Nuova Evangelizzazione e dell’Ufficio nazionale della Cei per i beni culturali ecclesiastici.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy