Esteri: Nigeria, attivisti “197 ragazze ancora prigioniere di Boko Haram”

(DIRE-SIR) – “Al governo diciamo di non dimenticare le 197 ragazze ancora prigioniere e di continuare a trattare e a impegnarsi”: così alla Dire Abubakar Abdullahi, portavoce di Bring Back Our Girls, il movimento in prima fila per la liberazione delle liceali rapite in Nigeria dagli islamisti di Boko Haram. “Siamo felicissimi della liberazione delle 21 ragazze” sottolinea Abdullahi, dopo il rilascio di ieri, il primo dal sequestro del 14 aprile 2014 nel liceo della cittadina di Chibok: “Il ritorno delle giovani a casa è un segno di speranza anche per le loro compagne ancora prigioniere e per i loro cari”. Secondo il portavoce, d’altra parte, “il governo del presidente Muhammadu Buhari deve continuare a impegnarsi perché sia possibile riportare a casa tutte le ragazze”. Il rilascio delle 21 liceali è stato mediato dal Comitato internazionale della Croce rossa e dal governo svizzero. Il vice-presidente della Nigeria, Yemi Osinbajo, ha smentito ricostruzioni di stampa secondo le quali in cambio della liberazione sarebbero stati rilasciati quattro esponenti di Boko Haram. (www.dire.it)

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa