ECONOMIA: EUROSTAT, PIL IN LIEVE RIPRESA. BENE SVEZIA, REGNO UNITO E POLONIA

(Sir Europa – Bruxelles) – Il Prodotto interno lordo della zona euro (19 Paesi della moneta unica) è cresciuto dello 0,3% nell’ultimo trimestre 2014 rispetto al trimestre precedente; nell’intera Ue è aumentato invece dello 0,4%. Il dato, ritenuto lievemente positivo, è registrato da Eurostat, che si affretta a sottolineare le differenze di sviluppo fra i diversi Stati europei. La crescita trimestrale più rapida è infatti avvertita in Svezia e in Estonia (+1,1% nel trimestre), seguite da Ungheria (0,9), Germania, Spagna e Polonia (0,7). Dati invece negativi, dunque sotto lo zero, per Cipro (-0,7%, in piena recessione), Grecia (-0,4), Austria e Finlandia (-0,2). La Francia è a +0,1%, l’Italia ferma alle zero per cento, come accade per la Croazia. Bene invece il Regno Unito (+0,5%), la Slovacchia, la Lettonia e la Lituania. Su base annua la crescita maggiore, superiore al 2,5%, si verifica in Estonia, Lituania, Ungheria, Polonia, Svezia e Regno Unito. La zona euro su base annua cresce dello 0,9%, mentre l’Ue28 dell’1,3%. Gli Stati Uniti, in crescita da due anni, nel 2014 segnalano un aumento del Pil pare al 2,4%.” “

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy