DISABILITÀ: PREVITE (CRISTIANI PER SERVIRE), "RISVEGLIARSI DAL TORPORE"

"In Italia è prioritario dire no all’indifferenza sociale verso la disabilità! È necessario risvegliarsi dal torpore!". È l’appello di Franco Previte, presidente di Cristiani per servire, che invita ad "approfittare della Quaresima come di un tempo di rinnovamento, ‘offrendo particolare attenzione ai sofferenti ed ai bisognosi’, come dice sempre Papa Francesco, dimostrando sia con la preghiera, sia con atti concreti di carità sul grido d’aiuto dei poveri e degli oppressi". Ancora una volta, prosegue Previte, "dobbiamo ribadire l’urgentissima ‘problematica’ della ‘cattiva’ indifferenza verso i disabili fisici e i malati psichici, che necessitano di un intervento della sanità e di una legislazione urgente, adeguata, efficace, attesa da anni, che abbiamo tradotto nella nostra petizione n. 31 del 18 marzo 2013 alla Camera dei deputati e n. 307 e 308 al Senato della Repubblica, perché il rispetto della dignità della persona, diversamente abile, è essenziale in una società che vuol essere civile, come afferma l’articolo 18 la Costituzione: ‘Ogni cittadino inabile ha il diritto all’assistenza sociale’". "La società civile e le Istituzioni devono ri-svegliarsi dal torpore di comodità, devono ri-provvedere al bene comune e ri-proporre quella fiducia che resta nella speranza del bene per tutti", conclude Previte.” “

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy