MEDICI SENZA FRONTIERE: "IN UCRAINA LA SITUAZIONE RESTA MOLTO GRAVE"

"In Ucraina diminuiscono i combattimenti ma la situazione sanitaria rimane tragica. I residenti e gli sfollati vivono in condizioni estremamente precarie, molte strutture mediche sono state danneggiate e ci sono gravi carenze di medicinali". È quanto sostiene un reportage di Medici Senza Frontiere, dopo che il 21 febbraio scorso l’associazione è riuscita a raggiungere la città di Debaltseve, al termine di lunghe settimane di combattimenti che avevano reso impossibile fornire assistenza umanitaria nella zona. “La città è distrutta – ha affermato Olivier Antonin, coordinatore per l’emergenza di Msf – i due ospedali della città sono stati danneggiati, uno è stato reso inutilizzabile. In tutta la città ci sono solo tre medici, la nostra equipe ha fornito materiale sanitario per i feriti di guerra e medicinali per l’assistenza sanitaria di base come siringhe, cateteri e guanti". Dopo aver avviato cliniche mobili in 19 località nella regione di Donetsk, Medici Senza Frontiere sottolinea come la situazione umanitaria più allarmante si registri nella regione di Luhansk "perché – afferma Antonin – lì la carenza di medicinali e beni di prima necessità, compreso il cibo, è ancora molto grave".” “

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy