FONDAZIONE ZANCAN: TELEFONATA DEL PAPA A MONS. PASINI (PRESIDENTE)

"Volevo dirle che la ringraziavo e che apprezzavo la sua preghiera e la sua offerta del dolore". È quanto ha detto Papa Francesco telefonando a monsignor Giuseppe Benvegnù-Pasini, presidente della Fondazione Emanuela Zancan di Padova e già direttore di Caritas italiana. Lo ha riferito lo stesso sacerdote, sofferente a causa della malattia, durante una conferenza stampa nella quale ha voluto condividere la propria emozione. "Martedì 3 marzo 2015 – ha raccontato don Pasini – mentre stavo pranzando mi chiamano al cellulare, alzo la cornetta e sento una voce ben nota che dice: ‘Sono Papa Francesco, mi ha dato il suo nome il vescovo di Agrigento, il cardinale Montenegro’. La cosa fu così sorprendente che non mi soffermai a chiedere spiegazioni; ma scoppiai a piangere e dissi: ‘Santità: il fatto della sua elezione è stato per me liberante’". "Quando lo elessero Papa – ha spiegato – io ero in gran confusione, poi ebbi un’illuminazione e pensai: ‘Offro la mia sofferenza a Dio, per il Papa perché possa compiere il suo enorme compito di riforma della Chiesa’. Per questo dissi al Papa: ‘Avevo uno scopo per cui pregare e per cui soffrire’". "Mentre piangevo e pregavo, il Papa stava in silenzio" ha aggiunto don Pasini al quale Francesco ha chiesto "La prego ancora: preghi per me, per il Papa", prima di accomiatarsi con una benedizione.” “

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy