CRISI: CARITAS BOLZANO, ARRIVARE A FINE MESE "SFIDA SEMPRE PIÙ INSORMONTABILE"” “” “

Più di 1.350 uomini e donne si sono rivolti nel 2014 alla Consulenza debitori della Caritas di Bolzano-Bressanone, + 4% rispetto agli utenti dell’anno precedente. "Arrivare alla fine del mese con i propri mezzi finanziari sta diventando per molti altoatesini una sfida sempre più insormontabile", spiega Petra Priller, collaboratrice Caritas della Consulenza debitori. La metà degli utenti ha un reddito mensile inferiore ai 1.000 euro. "In molti casi sono le famiglie a essere colpite", sostiene Priller. 900 i bambini colpiti dalla povertà finanziaria con cui la sola Consulenza debitori ha avuto a che fare. "I bambini – fa notare – soffrono non solo a causa della situazione economica precaria, ma anche per la pressione psicologica alla quale i loro genitori sono sottoposti". E non sono investimenti consistenti e importanti come l’acquisto di una casa oppure di un’automobile a trascinare nel vortice dei debiti, bensì spesso "piccoli importi come la rata dell’affitto o le spese condominiali, le bollette per l’energia elettrica o del gas". "Una riparazione imprevista oppure una visita medica sono sufficienti a mettere in crisi la situazione finanziaria di una famiglia", racconta Priller. (segue)” “

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy