CLERICUS CUP: AL VIA IL 7 MARZO PER GIOCARE "IN ATTACCO LA PARTITA DEL VANGELO" (2)

Monsignor Melchor Sánchez de Toca, sottosegretario del Pontificio Consiglio della cultura e incaricato del dipartimento Cultura e sport del dicastero, ha sottolineato l’importanza di recuperare la dimensione del gioco riportandola anche "all’interno dei seminari e dei centri di formazione dei futuri sacerdoti, dove oggi ci sono più palestre ma si gioca di meno". Essenziale anche la formazione dell’educatore sportivo, che per i ragazzi "è figura di riferimento a volte più importante dei genitori e degli insegnanti, ma spesso trascurata". Per Cristian Carrara, presidente Commissione cultura e sport Regione Lazio, sport e arte sono strumenti di promozione e coesione sociale. Paolo Masini, assessore allo sport di Roma capitale, ha definito gli oratori "luoghi di sana aggregazione" e ha annunciato un progetto di "calcio solidale" partendo dalle periferie. La Clericus vedrà in campo 382 atleti di 67 paesi dei cinque continenti: quattro gironi da quattro squadre, in totale 16 formazioni per ognuna delle quali è intervenuto all’incontro odierno un rappresentante. Il 2015 segna il debutto del Collegio Altomonte (Università Santa Croce). Ad aggiudicarsi la scorsa edizione della coppa è stato il Collegio urbano. Calcio d’inizio il 7 marzo; finale il 23 maggio. Il regolamento, simile a quello della Figc, prevede in più il time out e il cartellino azzurro (espulsione temporanea di cinque minuti). In caso di pareggio si va ai rigori.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy