PAPA FRANCESCO: UDIENZA, "RINGRAZIAMO IL SIGNORE PER I NOSTRI NONNI"

"La cosiddetta terza o quarta età è spesso deprezzata, e gli anziani stessi sono indotti a domandarsi se la loro esistenza sia ancora utile". Lo ha detto il Papa che, salutando i fedeli polacchi al termine dell’udienza generale di oggi, ha citato la "Lettera agli anziani" di san Giovanni Paolo II esclamando: "Ringraziamo il Signore per i nostri nonni, e chiediamo per loro una particolare benedizione". "La comunità cristiana può ricevere molto dalla serena presenza di chi è avanti negli anni", ha assicurato il Santo Padre sempre sulla scorta del Papa polacco. Infine i saluti ai fedeli italiani, in particolare ai docenti e agli studenti della Pontificia Università Salesiana, che ricordano il bicentenario della nascita di san Giovanni Bosco, e le persone disabili di Mondovì accompagnate dal vescovo monsignor Luciano Pacomio. "Il nostro tempo, segnato da tante ombre – l’augurio del Papa per gli oltre 12mila fedeli presenti – sia sempre illuminato dal sole della speranza, che è Cristo. Egli ha promesso di restare sempre con noi e in molti modi manifesta la sua presenza. A noi il compito di annunciare e testimoniare il suo amore che si accompagna in ogni situazione. Non stanatevi di affidarvi a Cristo e di diffondere il suo Vangelo in ogni ambiente".

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy