CHIESE IN EUROPA: DA CUNHA (CCEE), "INTRINSECO RAPPORTO TRA VERITÀ E LIBERTÀ"

(Sir Europa – Bratislava) – Sono numerose oggi in Europa le questioni per le quali l’apporto professionale di un consulente giuridico a servizio del vescovo "è reso sempre più necessario, non solo per aiutarlo a comprendere con precisione i vari aspetti del dibattito, ma anche per sostenerlo nella maturazione di un giudizio chiaro, ragionevole e in accordo con la dottrina della Chiesa". Così mons. Duarte da Cunha, segretario generale del Ccee, ha introdotto il tema dell’incontro dei consiglieri giuridici delle Conferenze episcopali d’Europa, promosso a Bratislava (Slovacchia) da oggi al 6 marzo. "Diverse sono infatti le questioni giuridiche che toccano direttamente la Chiesa, come istituzione, o quelle più direttamente legate ai temi religiosi – ha proseguito da Cunha -, e vi sono poi quelle che riguardano diversi aspetti del vivere insieme, in società, e che obbligano la Chiesa, amica dell’umanità, a non rimanere fuori dal dibattito". Osservando poi "come molte delle sfide poste alla Chiesa sono simili nei diversi Paesi europei, si sentiva veramente il bisogno di un simile incontro, dove i consulenti giuridici delle Conferenze episcopali potessero incontrarsi e avviare un confronto attorno ad esse". Il tema del secondo incontro a livello continentale è la libertà: la libertà di espressione e la libertà, o il diritto, all’obiezione di coscienza. (segue)” “

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy