SIRIA: OXFAM CHIEDE A GOVERNI AIUTI E ACCOGLIENZA RIFUGIATI (2)

"Quasi la metà dei Paesi ricchi non ha stanziato una giusta quota di aiuti: tra questi Russia (7%), Australia (28%) e Giappone (29%)". È quanto ha calcolato Oxfam relativamente alla crisi siriana. "Fra i Paesi che invece hanno garantito la loro giusta quota troviamo Kuwait (1107%), Emirati Arabi Uniti (391%), Norvegia (254%), Regno Unito (166%), Germania (111%) e Stati Uniti (97%). A metà strada – aggiunge Oxfam – si trovano invece Paesi come l’Italia che ha garantito il 58% di quanto avrebbe potuto o la Francia (57%)". "Nei primi tre mesi del 2015 i fondi da parte della comunità internazionale sono arrivati col contagocce – aggiunge Sansone – il 90,2% degli aiuti richiesti negli appelli lanciati dall’Onu e della Croce Rossa non è stato ancora finanziato. I Paesi donatori che si riuniranno domani per il summit in Kuwait devono e possono fare meglio dell’anno scorso, sia singolarmente che insieme". Oxfam chiede, inoltre, che "i Paesi ricchi accolgano, entro la fine del 2015, il 5% dei rifugiati siriani più vulnerabili; attualmente l’impegno è per meno del 2% dei 3,9 milioni di rifugiati siriani in fuga dalla guerra". Ma "oltre agli aiuti e all’accoglienza, i governi hanno tutto il peso politico necessario a chiedere la fine della crisi e delle terribili violazioni che i civili siriani affrontano ogni giorno, fermando l’invio di armi e munizioni in Siria, che continua ad alimentare il conflitto", conclude Sansone.” “

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy