CARDINALE RAVASI: CHIESA "È ANCHE CARNE, ATTENZIONE ALLA POVERTÀ, SERVIZIO"

"Divinità" e "carne": sono i "due volti" di Cristo che la Chiesa deve "conservare ininterrottamente" per una testimonianza "autentica" nell’orizzonte complesso della secolarizzazione. Ne è convinto il cardinale Gianfranco Ravasi, presidente del Pontificio Consiglio della cultura, intervenuto questa mattina alla presentazione del convegno internazionale "Renewing the Church in a Secular Age", organizzato dal Council for Research in Values and Philosophy e dalla Pontificia Università Gregoriana, sotto l’alto patronato del Pontificio Consiglio (Università Gregoriana, 4 – 5 marzo), e dell’evento del “Cortile dei gentili” “La piazza e il tempio”, in programma il 6 marzo (Centro studi americani). La Chiesa, ha spiegato Ravasi, deve "conservare ininterrottamente" la "sua struttura di fondo che è quella del suo fondatore. Da una parte la teofania, la gloria, la divinità, i temi ultimi, il verbo", ma la Chiesa, "come il suo fondatore, è anche carne e dunque attenzione al male e alla miseria del mondo, alla povertà e al servizio della comunità umana". Questo, ha spiegato Ravasi facendo gli onori di casa – la conferenza stampa è stata ospitata dal dicastero vaticano – l’obiettivo del duplice incontro che vedrà come ospite d’eccezione il filosofo di fama internazionale Charles Taylor (McGill University), autore del celebre "A Secular Age". (segue)” “

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy