AVVENIRE: “LUOGHI DELL’INFINITO”, SPECIALE SU “L’ANIMA DEL RITRATTO”

È dedicato a “L’anima del ritratto” lo speciale del numero di marzo di “Luoghi dell’infinito”, mensile di “Avvenire” con itinerari, arte e cultura. Nell’editoriale, Enzo Bianchi riflette sul volto di Cristo, viso che non “ho mai visto – scrive – e anche se più volte bramo di vedere il suo volto continuo a non vederlo”. “Ciascuno di noi – aggiunge – non solo ha un’immagine personalissima di Gesù, ma con la propria vita tratteggia un aspetto del suo volto, ne dipinge una sfumatura, ne mette in luce un particolare”. Di quali sembianze siano state attribuite a Gesù dagli scrittori del novecento, credenti e non, ne parla il teologo e critico letterario Massimo Naro. Elena Pontiggia propone un “viaggio”, dal Fayyum a de Chirico, in un genere definito “sempre attuale”, mentre Gloria Riva analizza come i volti dei santi segnino la storia del cristianesimo. Il ritratto alla base del successo della fotografia è al centro del racconto di Roberto Cassanelli, mentre Giovanni Gazzaneo si concentra sui volti immortalati da Steve McCurry. Agli autoritratti di Rembrandt e ai volti della Belle Époque dipinti da Boldini sono dedicati i focus curati rispettivamente da Alessandro Beltrami e Beatrice Buscaroli. Cesare Cavalleri racconta invece l’incontro con il ritratto di Cristina Trivulzio di Belgiojoso. Conclude lo speciale l’analisi di Roberto Mussapi sui profili delineati dai grandi poeti.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy