COSTA D’AVORIO: PLENARIA DEI VESCOVI SU SEMINARI E INSEGNAMENTO CATTOLICO

L’importanza dei seminari, l’adeguata formazione dei sacerdoti e la questione dell’insegnamento cattolico: questi i temi intorno ai quali è ruotata la centesima Assemblea plenaria della Conferenza episcopale della Costa d’Avorio (Cecci) svoltasi nei giorni scorsi a Yamoussoukro. Al termine dei lavori, i presuli hanno diffuso un messaggio in cui si spiega che la riflessione è partita "dalle diverse situazioni legate alla formazione dei futuri sacerdoti e dei loro formatori". In quest’ambito, la Cecci ha ribadito la sua "fiducia e riconoscenza" ai sacerdoti formatori nei diversi seminari del Paese. Allo stesso tempo, i presuli hanno nominato "alcuni professori, per risolvere il problema legato alla mancanza di formatori e in risposta ai bisogni espressi dai Seminari maggiori". Nell’ambito della plenaria, inoltre, i vescovi hanno incontrato una rappresentanza dell’Ufraci (Unione fraterna del clero ivoriano), con la quale si è riflettuto sull’importanza di "coltivare buoni rapporti di comunione e di fraternità". La plenaria della Cecci, inoltre, ha riflettuto sull’insegnamento cattolico, con particolare riferimento alle sue problematiche: le scuole cattoliche del Paese, infatti, si trovano in difficoltà finanziarie, a causa della drastica riduzione delle sovvenzioni statali, avvenuta negli anni scorsi, e della cattiva gestione economica di molti istituti.” “

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy