COMUNICAZIONE: AIART SU RAPPORTO CENSIS-UCSI, “INSEGNARE MEDIA EDUCATION A SCUOLA”

“Il rapporto Censis-Ucsi ci dice l’influenza che il web ha raggiunto nella nostra società. E non è pensabile che i nostri ragazzi siano lasciati da soli ad apprendere tutte le caratteristiche di questo mezzo. Ecco perché nei programmi scolastici va inserita in modo strutturale la media education”. Così Luca Borgomeo, presidente dell’associazione di telespettatori cattolici (Aiart), commenta i dati del 12° Rapporto Censis-Ucsi sulla comunicazione, presentato oggi a Roma. “Per troppo tempo – afferma Borgomeo – il web è stato terra di nessuno, ed è ora che la scuola lo consideri alla stessa stregua di italiano o matematica. Almeno il 15% dei ragazzi infatti rischia la dipendenza”.” “” ” ” “

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy