EVANGELIUM VITAE: FUMAGALLI (ASS. DOSSETTI), DIFESA VITA È “QUESTIONE SOCIALE”

“La battaglia a difesa della vita” non è “una battaglia solo confessionale”. Essa, come afferma Giovanni Paolo II nell'”Evangelium vitae”, è “al cuore laico della questione sociale”. Lo afferma Ombretta Fumagalli Carulli, presidente dell’associazione culturale “Giuseppe Dossetti” e moderatore della Giornata di studio sulla Lettera enciclica “Evangelium Vitae” in corso in Vaticano. “La difesa dei più deboli e indifesi” è “infatti questione di giustizia sociale coinvolgente l’intera umanità, i credenti come i non credenti”. Aborto, eutanasia e pena di morte “sono purtroppo tuttora di dolorosa attualità”, ha osservato Fumagalli, secondo la quale a distanza di 20 anni l’Enciclica rimane “una punta di diamante della bioetica personalista: tutelare tutti gli esseri umani senza distinzioni”. “Due fattori sociali e culturali sottolineati da Giovanni Paolo II – ha concluso – tornano spesso nel magistero di papa Francesco: l’importanza di una società costruita intorno alla famiglia, piuttosto che al desiderio di una sempre maggiore efficienza” e “l’impegno di farsi carico dei poveri e dei malati”. ” “” ” ” “

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy