CARDINALE RAVASI: USA, L’UNIVERSITÀ CATTOLICA NELL’"INCONTRO FEDE-SOCIETÀ" (2)

Per fare questo, prosegue il card. Ravasi, "l’università cattolica deve dotarsi di una attrezzatura intellettuale ed educativa qualificata". Due le componenti da sviluppare: educazione e istruzione. L’idea che l’università debba formare per la vita e non per la scuola "è il programma che deve reggere un’istituzione cattolica educativa". Questo è "il senso più completo della ‘cultura’". C’è, però, secondo il cardinale, "una seconda componente intrinsecamente connessa alla prima, ed è quella strettamente intellettuale, l’istruzione" che "inizia con lo straordinario patrimonio culturale che nei secoli il cristianesimo ha offerto in tutte le discipline". Un’eredità di arte, di scienza e di pensiero "che si unisce intimamente alla visione cristiana spirituale e morale dell’uomo, della donna e della società. Lungo queste linee, l’università cattolica deve stabilire un confronto costante con l’orizzonte culturale globale". "In questa opera intellettuale, particolare significato acquista la presenza dell’insegnamento della teologia cattolica. Il suo specifico statuto epistemologico può, infatti, confrontarsi con quello delle altre discipline culturali senza prevaricazioni ma anche senza timidezze". Il cristianesimo, la conclusione di Ravasi, "è aperto al dialogo con le diverse espressioni spirituali e, quindi, l’università cattolica diventa anche sede di dialogo ecumenico e interreligioso".” “

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy