SCUOLA: GONTERO (AGESC), BENE POLETTI MA SERVE “ASSUNZIONE DI RESPONSABILITÀ”” “

“Un mese di vacanza va bene. Ma non c’è un obbligo di farne tre. Magari uno potrebbe essere passato a fare formazione”: sull’affermazione del ministro del Lavoro Giuliano Poletti è positivo il giudizio di Roberto Gontero, presidente dell’Agesc. “Un provvedimento sull’alternanza scuola-lavoro”, spiega al Sir, “è peraltro già previsto nel ddl sulla buona scuola. Accogliamo con favore tutto ciò che tende a limitare i giorni di vacanza, davvero tanti, e ad inserire i giovani nel mondo del lavoro”. “L’esperienza estiva” è del resto “una buona pratica già avviata in Germania e Belgio”. Per costituire “un’esperienza davvero formativa – avverte tuttavia – occorre che il mondo del lavoro incontri realmente il mondo della scuola”. In concreto, Gontero pensa a “protocolli d’intesa fra ministeri di Lavoro, Turismo e Istruzione con le associazioni di categoria industriali, artigianali, del turismo, dei servizi”. Occorre, avverte, “mettersi in rete per un’accoglienza ‘produttiva’ di questi studenti” e fare attenzione a “non scadere da un provvedimento virtuoso nella logica del profitto, attraverso lo sfruttamento di una manodopera a buon mercato senza formazione e prospettive di futuro inserimento lavorativo”. Per questo, “è anzitutto necessaria un’assunzione di responsabilità globale in tutti i soggetti coinvolti” per garantire condizioni di “legalità, fiscalità e giustizia”. ” “” ” ” “

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy