DL ANTITERRORISMO: SORO (GARANTE PRIVACY), "PREOCCUPAZIONE" PER ALCUNI EMENDAMENTI” “” “

"Suscitano seria preoccupazione alcuni emendamenti al decreto-legge antiterrorismo approvati in Commissione, che alterano il necessario equilibrio tra privacy e sicurezza". È quanto dichiara Antonello Soro, presidente del Garante per la protezione dei dati personali, riferendosi, in particolare, all’"emendamento che porta a 2 anni il termine di conservazione dei dati di traffico telematico e delle chiamate senza risposta (ora di un anno e, rispettivamente, di un mese)". Ciò "va nel senso esattamente opposto a quello indicato dalla Corte di giustizia l’8 aprile scorso". La sentenza, ricorda Soro, "ha annullato la direttiva sulla data retention in ragione della natura indiscriminata della misura (applicabile a ciascun cittadino, senza distinzione tra i vari reati e le varie tipologie di comunicazioni ‘tracciate’). In quella sede, la Corte ha ribadito la centralità del principio di stretta proporzionalità tra privacy e sicurezza; proporzionalità che esige un’adeguata differenziazione in base al tipo di reato, alle esigenze investigative, al tipo di dato e di mezzo di comunicazione utilizzato". (segue)” “

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy