CONFRATERNITE: ANTONETTI (CONFEDERAZIONE), VANGELO È "IL MIGLIOR CODICE" (2)” “

Antonetti sottolinea che "non ci può essere mancanza di trasparenza nella gestione del denaro. Così come le aggiudicazioni dei simboli religiosi non devono apparire come atti di simbologia sociale: chi porta la statua, gode di un certo status symbol. Questo non deve avvenire! Anzi, chi porta la statua, lo fa perché invita tutta la comunità a seguire Cristo nel cammino concreto della propria vita". "Per quanto riguarda le gestione del denaro", ricorda, "parte dei ricavi delle Confraternite nell’organizzazione di feste viene destinata in opere di carità e di assistenza verso i più bisognosi". A suo avviso il Vangelo è il "miglior codice" valido per tutte le Confraternite. "Lì – precisa – etica e morale sono ben comprese. Se la Confraternita persegue fini evangelici, non c’è bisogno di Codici. In questi anni di attività, la Confederazione ha cercato di promuovere diverse iniziative – convegni, cammini di fraternità, incontri – per stare insieme, confrontarsi, interrogarsi su alcune questioni. Quindi, un Codice, anche se non scritto, in un certo senso è stato sviluppato. E volendo il primo articolo recita: nessuna liceità per cose lontane dal Vangelo e, quindi, immorali". ” “” ” ” “

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy