COMUNICAZIONE: NARDI (DIOCESI MILANO) RICORDA SERGIO BORSI, "MAESTRO DI GIORNALISMO"

"Ricordare Sergio Borsi è fare memoria di oltre 50 anni di giornalismo e impegno per la categoria. La sua scomparsa lascia un vuoto molto grande nella professione". Pino Nardi, direttore delle testate giornalistiche della diocesi di Milano, ricorda il collega Borsi, scomparso ieri dopo una lunga malattia, e i cui funerali sono in programma domani, 25 marzo, alle ore 11 nella chiesa dei Santi Giovanni e Paolo, in via Catone 10 a Milano. Nardi definisce Borsi un "maestro di giornalismo e attento osservatore di una realtà in profondo cambiamento". Borsi "inizia il suo impegno professionale alle Acli milanesi lavorando a Il Giornale dei lavoratori. Passa poi alla redazione milanese del quotidiano Il Popolo e poi all’Ansa. Ricordava sempre con grande pudore, ma con entusiasmo le sue telefonate professionali con il cardinale Montini, arcivescovo di Milano. Dopo un breve passaggio a L’Italia, Borsi approda alla Rai. Assumendo via via incarichi di grande responsabilità, fino alla guida della redazione torinese come caporedattore e poi del Centro di produzione Rai". Terminata "la lunga esperienza in Rai, una nuova sfida: la direzione de L’Eco di Bergamo. Borsi guida il quotidiano cattolico dal 1996 al 2000, realizzando una fase di profondo cambiamento e modernizzazione della testata". (segue)” “” “

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy