SCUOLA: AGESC, "PARTECIPARE ATTIVAMENTE ALLA TRASFORMAZIONE"

"Siamo interessati a partecipare attivamente al processo di trasformazione della scuola, messo in moto dal governo Renzi, in cui l’idea del sistema scolastico integrato trova nuovo consenso ma deve ancora affrontare resistenze culturali diffuse". Lo scrive in una nota diffusa oggi col titolo "La ‘Buona Scuola’ alla prova dei fatti", la presidenza nazionale dell’Agesc (Associazione genitori scuole cattoliche), che nei giorni scorsi ha celebrato a Roma il congresso del 40° di fondazione e ha rinnovato le cariche, riconfermando alla guida il presidente Roberto Gontero. Nel testo si sottolinea che, "dopo un primo esame del disegno di legge approvato dal Governo il 12 marzo scorso, l’Agesc esprime le proprie valutazioni, riconoscendo che il testo di riforma presenta novità che potrebbero modificare il nostro sistema scolastico, caratterizzato da troppa burocrazia e da un monopolio statalista inadeguato ai bisogni educativi di oggi. Ma non può non rilevare anche le ombre che rischiano di far deragliare il progetto rispetto agli obiettivi indicati". Cita al riguardo l’elevato numero di deleghe al Governo (autonomia, semplificazione legislativa, dirigenti, disabilità, formazione professionale, ecc.) col rischio che i 18 mesi di tempo per il varo risulti "molto stretto" e quindi pregiudichi l’attuazione piena dei provvedimenti. (segue)” “

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy