CARDINALE BAGNASCO: PERSECUZIONE CRISTIANI PORTA "INDIETRO OROLOGIO STORIA"” “

"La ragione, prima ancora che le fedi, non può non condannare tanta barbara e studiata crudeltà contro le minoranze e in particolare contro i cristiani solo perché cristiani. E non può non condannare strategie folli e sanguinarie che portano indietro l’orologio della storia". Con queste parole il cardinale Angelo Bagnasco ha condannato la persecuzione dei cristiani, che "cresce e si incrudelisce" e di fronte alla quale "non possiamo non rimanere dolorosamente attoniti". "Il mondo della fede, del buon senso comune, il mondo dell’umano, rimane sconcertato e percosso", ha detto il presidente della Cei nella prolusione al Consiglio episcopale permanente: "E si interroga: Perché tanta barbarie compiaciuta ed esibita sul palcoscenico mediatico del mondo? Perché non fermarsi neppure davanti ai bambini, agli inermi? È forse l’odio per l’Occidente? È forse la paura di fronte alla modernità con i suoi valori? È forse la rabbia di sapersi perdenti di fronte alla storia che incalza inesorabile? È forse la ritorsione verso un consumismo che allenta i vincoli, stempera le idee, tende ad appiattire gli ideali e a ridurli al benessere materiale? È forse il tentativo turpe e macabro di regolare i conti all’interno del proprio mondo culturale e seminare terrore tra coloro che la pensano diversamente? C’è forse la speranza che l’Occidente ceda alle feroci provocazioni e reagisca, per poi poter gridare all’invasione o peggio?".” “

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy