CARDINALE BAGNASCO: GIUBILEO MISERICORDIA, "LIETA SORPRESA" E "GRANDE DONO"

Il Giubileo della Misericordia è una "lieta sorpresa che il Santo Padre Francesco ha fatto al Popolo di Dio". Ne è convinto il cardinale Angelo Bagnasco, presidente della Cei, che ha aperto questo pomeriggio i lavori del Consiglio permanente dei vescovi italiani definendo l’iniziativa del Papa "un grande dono" e assicurando che "non vogliamo sprecarne neppure un poco", per testimoniare che "Cristo è il volto della misericordia del Padre – poiché rende il cuore di Dio vicino, prossimo alla miseria umana, all’umanità povera e umiliata perché affaticata dall’antico peccato e dai peccati personali: è segnata dal ‘malum mundi’ e dai ‘mala mundi’". "Sembra quasi che ai moltissimi auguri che da tutto il mondo sono arrivati al Papa per il secondo anniversario della sua elezione al ministero petrino – il commento del cardinale – abbia voluto rispondere con un regalo più grande, regalo che è anche un invito e un auspicio, quello di camminare più spediti e lieti nella via della conversione del cuore e della vita personale ed ecclesiale". L’icona evangelica della misericordia, ha ricordato il presidente della Cei, è la parabola del Buon Samaritano, "nella quale Gesù non solo annuncia l’azione misericordiosa del Padre, ma ne esplicita i diversi sentimenti e i gesti coerenti". ” “

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy