SENZA DIMORA: COM. SANT’EGIDIO, DOMANI ALLA STAZIONE TERMINI RICORDO DI MODESTA

Domani, alle 11, al binario 1 della Stazione Termini di Roma, la Comunità di Sant’Egidio ricorderà, insieme alle Ferrovie dello Stato Italiane, Modesta Valenti, senza fissa dimora che morì senza soccorsi. Interverranno l’amministratore delegato del Gruppo FS Italiane, Michele Mario Elia; il presidente di Sant’Egidio, Marco Impagliazzo; la coordinatrice della Conferenza dei Municipi di Roma capitale, Cristina Maltese; l’elemosiniere del Papa, Konrad Krajewski, e il vescovo ausiliare di Roma, Matteo Zuppi. Durante la cerimonia verrà deposta una corona di fiori sotto la targa che ricorda Modesta Valenti. Saranno presenti associazioni e parrocchie impegnate nella protezione di chi vive per strada a Roma, insieme a tanti senza fissa dimora, legati a questa memoria. Modesta è ormai è ricordata come la "santa dei senza dimora" dal popolo dei tanti che non hanno un tetto per ripararsi la notte e dormono all’aperto, nelle vie delle nostre città. Un’ambulanza rifiutò di soccorrerla, perché sporca, con i pidocchi, e lei, 71 anni, morì davanti alla stazione Termini dopo ore di agonia. Era il 31 gennaio 1983. Da allora la Comunità di Sant’Egidio ha scelto di ricordarla ogni anno invitando le istituzioni e tutta la popolazione ad avere attenzione nei confronti di chi vive per strada, con iniziative che possano proteggere la vita.” “

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy