LEGALITÀ: MONS. SILVAGNI (BOLOGNA), NELLA NOSTRA STORIA "ALCUNE PAGINE DRAMMATICHE"

(Bologna) – "La nostra città, la nostra diocesi ha una coscienza viva: nella sua storia sono scritte alcune delle pagine più drammatiche della storia eversiva del nostro Paese". Così il vicario generale dell’arcidiocesi di Bologna, monsignor Giovanni Silvagni, si è rivolto questa sera nella cattedrale petroniana ai circa 600 familiari delle vittime di mafia presenti alla veglia di preghiera per la XX Giornata della memoria e dell’impegno promossa da Libera e da Avviso pubblico, nel corso della quale sono stati letti i nomi di tutte le vittime note della mafia, delle stragi, del terrorismo, unendo nel ricordo pure "tutte le vittime innocenti delle quali non abbiamo ancora notizia". "Grazie a voi – ha aggiunto Silvagni – perché pur avendo visto con i vostri occhi e toccato con le vostre mani il dramma di un’uccisione – ingiusta, violenta, vigliacca – avete deciso" che "la risposta migliore all’oltraggio subìto non era perdersi d’animo, abbattersi, ma tirare fuori da voi quella forza per appassionarsi ancora di più alla vita, difenderla nella giustizia, nella libertà, nella carità, e spesso nel perdono, nella capacità così di vincere il male con il bene, trasformare il potenziale distruttivo in potenziale di costruzione di un mondo migliore".

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy