DIOCESI: MILANO, CON EXPO LA CITTÀ DIVENTI CAPITALE DIRITTO AD ACQUA E CIBO

Che Milano, con Expo, diventi la capitale per il diritto all’acqua e al cibo. Questo l’auspicio espresso al convegno "Fame zero e sete zero: acqua e cibo come diritti umani" che si è svolto oggi, nella sede di Caritas Ambrosiana, a Milano. Proprio il capoluogo lombardo, dove la grande disponibilità di acqua è stata alla base dello sviluppo, un gruppo di giuristi dell’Università Bicocca ha elaborato su commissione del Comitato italiano del contratto mondiale dell’acqua un protocollo da sottoporre agli Stati per obbligarli a tutelare il diritto all’accesso alle fonti idriche. "La bozza del protocollo che abbiamo elaborato prevede ad esempio che tra i 50 e i 100 litri al giorno l’acqua sia gratuita, che fino a 200 litri i costi siano accessibili a tutti, ma che oltre i 400 litri al giorno si venga tassati. In questo modo si riconosce il diritto ad una minima quantità di acqua a titolo gratuito, ma si colpiscono gli sprechi", spiega Tullio Scovazzi, docente di diritto internazionale all’Università di Milano Bicocca. Il testo, come ha spiegato Rosario Lembo, presidente del Comitato italiano del Contratto Mondiale sull’Acqua, è già stato presentato al ministro Paolo Gentiloni, ai paesi Latino Americani dell’Alleanza bolivariana per le Americhe e alla Segretaria di Stato Vaticano. (segue)” “

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy