CONSIGLIO UE: TUSK, "CHIARITI FRAINTENDIMENTI CON GRECIA". SERVE "FIDUCIA RECIPROCA"

(Sir Europa – Bruxelles) – "La fiducia, la fiducia reciproca è al centro di questo processo negoziale. Oggi abbiamo anche capito meglio quali sono le difficoltà politiche" del governo greco. "Credo che ora le prospettive del nostro lavoro siano migliori". Donald Tusk, presidente del Consiglio europeo, tira le conclusioni del summit conclusosi nel primo pomeriggio a Bruxelles. I leader dei 28 hanno trovato un’intesa, anche se di medio periodo, sull’Unione dell’energia, hanno affrontato i temi di stretta attualità internazionale – esprimendo fra l’altro un forte sostegno alla Tunisia -, hanno discusso della situazione economica e finanziaria. Sulla Grecia, Tusk afferma ancora che lo scambio con il premier Alexis Tsipras, "da lui sollecitato", è stato "costruttivo e onesto", e ha portato a chiarire alcuni "fraintendimenti". Restano peraltro i punti fermi decisi dall’Eurogruppo del 20 febbraio (aiuti in cambio di riforme), come conferma una nota odierna congiunta dei presidenti dell’Eurogruppo (Dijsselbloem), del Consiglio (Tusk) e della Commissione (Juncker). Tusk specifica che in materia economica si è discusso di "investimenti, riforme strutturali e di responsabilità di bilancio". Passi avanti sono stati compiuti sul fondo europeo per gli investimenti, lanciato dalla Commissione, mentre sul Ttip (accordi commerciali con gli Usa) Donald Tusk auspica "un accordo entro il 2015". (segue) ” “

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy