CONSIGLIO UE: TUSK, "CHIARITI FRAINTENDIMENTI CON GRECIA". SERVE "FIDUCIA RECIPROCA" (2)

Tusk afferma quindi che "gli eventi nel sud Mediterraneo sono pericolosi per l’Europa": da qui l’attenzione che Bruxelles assegna alla situazione libica e tunisina, e ribadisce l’impegno dell’Ue, in accordo con l’Onu, per un cessate il fuoco immediato e aiuti sul versante della cooperazione economica e per la costruzione della democrazia. L’impegno con il vicinato meridionale sarà verificato fra l’altro dallo stesso Tusk nel prossimo viaggio che egli stesso annuncia in Italia, a Malta e a Tunisi per fine marzo. A margine del vertice, invece, il premier britannico Cameron aveva parlato di una "rinegoziazione" della presenza del Regno Unito nell’Ue. Tusk dichiara in proposito: "I cambiamenti dei trattati possono apparire come una ‘mission impossible’, per la quale occorrono politici molto abili". "Ma non so se oggi sia opportuno parlare di modifiche ai trattati. Piuttosto ritengo interessante aprire un dibattito" con Londra "per soluzioni che rispondano alle esigenze del Regno Unito e dell’Ue all’interno dei trattati in vigore". ” “

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy