ATTENTATO TUNISI: MONS. NOSIGLIA (TORINO), "UNA DURA PROVA" (2)

Mons. Nosiglia ha invitato tutta la città a stringersi con la preghiera e la solidarietà attorno ai parenti e amici di Orazio e Antonella, morti nell’attentato. Il presule ha poi ricordato che Torino "ha vissuto nel recente passato stagioni di terrorismo dove hanno perso la vita vittime innocenti. Sono stati anni di inquietudine per tutti, di dubbi e di paura che hanno lasciato ferite anche profonde. Ma la città ha sempre saputo reagire perseguendo le vie della giustizia, della riconciliazione e della pacificazione, nel rispetto della vita di ogni persona, della libertà religiosa e della legalità che la tradizione civile e cristiana hanno radicato nelle coscienze e nei comportamenti dei suoi cittadini". L’arcivescovo ha concluso invitando ad affidarsi alla Consolata "certi che la Madonna non solo ci ascolti e ci aiuti, ma ci sproni a guardare avanti comunque con speranza, quella speranza che nasce in noi quando ci affidiamo a Lei".

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy