PAPA FRANCESCO: A VESCOVI NORD AFRICA, DIALOGO NELLA VERITÀ CON I MUSULMANI

Dopo avere richiamato "l’universalità" delle Chiese del Nord Africa, Papa Francesco si è soffermato sull’importanza del dialogo interreligioso. "L’ignoranza reciproca è fonte di tante incomprensioni e persino di scontri", mentre "l’antidoto più efficace contro ogni forma di violenza è l’educazione alla scoperta e all’accettazione delle differenze come ricchezza e fecondità". E’ quindi essenziale che "nelle vostre diocesi, sacerdoti, religiosi e laici siano formati in questo ambito". Di qui il richiamo al Pontificio Istituto di studi arabi e islamici (Pisai), che quest’anno celebra il suo 50°, necessario per "approfondire il dialogo nella verità e nell’amore tra cristiani e musulmani". Dialogo "che voi vivete anche ogni giorno con i cristiani delle diverse confessioni", ha aggiunto facendo riferimento all’Istituto ecumenico Al Mowafaqa. Il ringraziamento del Papa, infine, per l’impegno "verso i più poveri, malati, anziani", e nell’aiuto "ai molti immigrati di origine africana che cercano nel vostro Paese un luogo di transito o di accoglienza. Riconoscendo la loro dignità umana, e lavorando per risvegliare le coscienze di fronte a così grandi drammi umani, mostrate l’amore che Dio ha per ciascuno di loro". "Voi siete alle periferie – ha concluso – con il servizio particolare di manifestare la presenza di Cristo e della sua Chiesa in questa regione".” “” “

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy