PAPA FRANCESCO: A SANTA MARTA. SAPIENZA È "ACCUSARE SE STESSI", NON "GIUDICARE GLI ALTRI"

"È facile giudicare gli altri, ma si va avanti nel cammino cristiano solo se si ha la sapienza di accusare se stessi". Lo ha detto il Papa, che dopo gli esercizi spirituali ha ripreso a celebrare la Messa a Santa Marta con i gruppi. "Siamo tutti peccatori", ha detto Francesco, ricordando che la misericordia indica "una virtù cristiana, anzi più di una virtù": "La capacità di accusare se stesso", che è il primo passo di chi vuole essere cristiano. "Tutti noi siamo maestri, siamo dottori nel giustificare noi stessi", le parole del Papa: "Tutti abbiamo un alibi spiegativo delle nostre mancanze, dei nostri peccati, e così non si va avanti nella vita cristiana". "È più facile accusare gli altri", ha osservato il Papa, eppure "accade una cosa un po’ strana" se proviamo a comportarci in modo diverso: "Quando noi incominciamo a guardare di quali cose siamo capaci", all’inizio "ci sentiamo male, sentiamo ribrezzo", poi questo "ci dà pace e salute". Per esempio, afferma Papa Francesco, "quando io trovo nel mio cuore un’invidia e so che questa invidia è capace di sparlare dell’altro e ucciderlo moralmente", questa è la "saggezza di accusare se stesso". "Se noi non impariamo questo primo passo della vita, mai, mai faremo passi sulla strada della vita cristiana, della vita spirituale". (segue)” “

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy