MONSIGNOR GALANTINO: PREGHIERA È "SCOMMETTERE SU SE STESSI" PER "FARE LA STORIA" (2)” “” ” ” “” “

"In momenti di crisi terribili, come quelle che stiamo vivendo in questi giorni – ha proseguito monsignor Galantino – dove l’immagine viene strumentalizzata per veicolare violenza e terrore, riscoprire un cinema in cui la forza dell’immagine viene dalla preghiera che diventa realtà significa vivere un’esperienza, dalla quale si trae la forza per abitare luoghi ostili e far incontrare storie che sembrano fatte per stare l’una contro l’altra". A questo proposito monsignor Galantino ha menzionato il vescovo di Algeri, che è stato mandato "proprio nel monastero di Thibirine a perpetuare la missione, la presenza cristiana, per dimostrare che cristianesimo e islam possono vivere in pace in Algeria". Altro esempio citato dal vescovo, quello del Kurdistan iracheno, dove una delegazione della Cei è stata di recente. "Ho visto uomini e donne – ha raccontato il segretario generale – pregare per avere la forza di non odiare i vicini di casa musulmani che si stavano appropriando delle loro case e delle loro cose". La preghiera, dunque, come mezzo "per portare le nostre storie al Signore", come forza "per abitare luoghi ostili, per far convivere realtà che sembrano fatte per stare l’una contro l’altra, per non odiare chi ci sta togliendo le cose più care". ” “

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy