COMECE: SU "EUROPEINFOS" IL PROBLEMA DELLA PERSECUZIONE DEI CRISTIANI

Persecuzione dei cristiani e cambiamenti climatici sono i temi principali del numero di marzo di Europeinfos, notiziario della Commissione degli episcopati della Comunità europea (Comece), da oggi on line sul sito www.comece.org. Oltre all’editoriale, al tema del martirio dei cristiani e delle minoranze religiose è dedicata un’intervista a mons. Silvano Tomasi, Osservatore permanente della Santa Sede presso l’Onu a Ginevra: "L’Ue non dovrebbe essere timida nell’affrontare la questione della persecuzione dei cristiani", afferma l’arcivescovo. "C’è un obbligo umanitario, in solidarietà a questi gruppi perseguitati, a dare cibo, riparo e istruzione, passi concreti che l’Ue può e deve continuare a dare". Molto critico il contributo di Michael Kuhn riguardo la decisione poco comprensibile assunta a gennaio dalla Commissione europea di ritirare "il pacchetto sull’economia circolare", proposte legislative ambiziose e calibrate in materia di riciclo dei rifiuti destinate alla discussione in Parlamento. Dubita Kuhn: "Che non sia la conseguenza di forti pressioni esercitate da Eurobusiness?", rete europea d’imprenditori. Attraverso Europeinfos, infine, pieno appoggio della Comece alla campagna lanciata in ottobre da 125 vescovi cattolici per chiedere all’Ue regole vincolanti per impedire che i proventi del commercio di minerali serva a foraggiare le guerre.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy