OSPEDALE GEMELLI: "MEDICINEMA", IL CINEMA COME TERAPIA (2)

Per Baglioni, l’obiettivo è "cercare di regalare emozione e gioia a chi è nella sofferenza". Per Fabiola Bertinotti, di Disney Italia, "emozione e sogno sono primo passo verso uno stato di miglioramento e, perché no, anche guarigione. Portare intrattenimento a chi non può accedervi è la nostra politica di responsabilità sociale, pilastro dei valori Disney". Secondo Paolo Del Brocco, di RaiCinema, "una società al servizio pubblico non può non avere questa sensibilità. Il cinema ha una responsabilità sociale a differenza della televisione. Il cinema si sceglie. Come Rai Cinema stiamo cercando di sponsorizzare questo tipo di iniziative. Forniremo anteprime per sostenere il progetto con raccolta fondi anche in serate charity. Alcuni film in particolare hanno scopo terapeutico, quindi cinema per dare ricreazione e svago a malati e loro famiglie". Ma ci sono "film terapeutici" per il cantautore e il regista? Baglioni ha detto che per lui un film terapeutico è stato "Baaria", proprio di Tornatore: "Io ero malato dal punto di vista artistico, vedere questo suo film, affresco di volti e storie, mi ha guarito". Il regista ha ammesso: "Molte volte i film mi hanno fatto uscire da uno stato di malessere. Ad esempio, "E johnny prese il fucile’ di Trumble mi ha dato grande forza e mi ha fatto capire che si può uscire da qualsiasi difficoltà se lo si vuole. Il cinema mi ha aiutato a impostare il mio carattere".” “

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy