ATTACCO TUNISI: AFRICA (PADRI BIANCHI), "AI TUNISINI RESTA LA SPERANZA"

Il giorno dopo l’attentato al museo del Brado ai tunisini "rimane la speranza. Tanta speranza. La violenza è stata inaudita. Le vittime tante, troppe. Lo sfregio alla pacifica convivenza civile è stato evidente. Però la reazione dimostrata da questo piccolo Paese mediterraneo, così legato al nostro, è ben augurante". È quanto si legge in una nota apparsa oggi sul sito www.africarivista.it, della Provincia italiana dei Missionari d’Africa (Padri Bianchi) e dedicato alla strage di ieri a Tunisi. "Dopo le rivolte arabe la Tunisia è stata l’unica nazione a imboccare con determinazione la strada della democrazia. Il percorso – spiega la nota – non è stato tutto rose e fiori. Ci sono stati tentennamenti, arretramenti, perplessità, tentativi di imboccare la facile strada di un islamismo rigido e ottuso. Gli assassinii dei leader del Fronte popolare Chokri Belaid e Mohamed Brahmi fecero temere il peggio. Ma le componenti sane e vitali della società tunisina hanno reagito in modo serio e determinato. Si sono coalizzate, hanno approvato una Costituzione laica, hanno indetto libere elezioni". (segue)

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy