ATTACCO TUNISI: AFRICA (PADRI BIANCHI), "AI TUNISINI RESTA LA SPERANZA" (2)

Sebbene le tensioni non manchino, a Est la Libia, a sud della stessa Tunisia si registrano blitz dei jihadisti, le povertà estreme "nelle quale il fondamentalismo pesca a piene mani, non è un caso che il contingente di combattenti più numeroso in Siria sia proprio quello tunisino", la società civile e quella politica della Tunisia "hanno reagito e stanno reagendo bene. Non sono arretrati alla dittatura e ai suoi metodi spicci. Ma si sono compattati intorno alle istituzioni. Fanno ben sperare le manifestazioni di tanta gente comune contro il terrorismo. Fanno ben sperare – sostiene la nota – le parole di Rachid Ghanouchi, leader del partito islamico legato alla Fratellanza musulmana: ‘I terroristi hanno approfittato della libertà del nostro Paese per dirigere questa violenti attacchi contro di noi. Ma questa piccola banda di briganti, questi mercenari non spezzeranno la volontà del nostro popolo’. Ecco – conclude la nota – la Tunisia può ripartire da queste parole".” “

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy