VOTO ISRAELE: EBEID (OASIS), "NETANYAHU HA VINTO PERCHÉ HA PARLATO ALLA PANCIA"

"Netanyahu ha vinto perché ha saputo parlare più alla pancia che alla mente degli israeliani, ha intercettato le loro paure relative alla sicurezza e alla stabilità". Lo afferma al Sir (clicca qui) Beshara Ebeid, ricercatore della fondazione Oasis, "palestinese d’Israele" proveniente dalla zona di Nazareth (Galilea), commentando la vittoria del Likud nelle elezioni svoltesi ieri in Israele. Il partito di Netanyahu ha ottenuto 29 dei 120 seggi, che potrebbero salire a 30 con la conta dei voti dei soldati, mentre i rivali diretti di "Campo Sionista" (Isaac Herzog e Tzipi Livni), favoriti alla vigilia, si sono fermati a 24. Significativa è anche l’affermazione della "Lista araba unita", con 14 seggi, che tuttavia farà parte dell’opposizione. Cifre alla mano, Netanyahu potrebbe contare su una maggioranza di 67/68 seggi. Per Ebeid "sul conflitto israelo-palestinese Netanyahu è chiamato ad un chiaro realismo politico. Dichiarazioni come quelle ‘non ci sarà mai uno Stato palestinese’ non sono affatto realistiche. Un ulteriore irrigidimento di queste posizioni non farà altro che aumentare l’isolamento internazionale d’Israele che resta per molte nazioni della regione un nemico".

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy