GIUBILEO MISERICORDIA: SUSANNA TAMARO AL SIR, "NON SI EDUCA PIÙ AL CUORE" (2)” “

"Il degrado educativo, in tutte le sue forme che conosciamo, deriva proprio dall’aver dimenticato il cuore", prosegue la scrittrice: "Non si educa più al cuore, ad esercitare la compassione, la misericordia. Tutti abbiamo bisogno di misericordia: tutti, credenti o non credenti, possiamo offrire o ricevere misericordia, cioè possiamo partecipare al Giubileo in senso attivo o passivo". Perché la misericordia è un messaggio così dirompente? Risponde Tamaro: "Perché ci sembra che la tecnoscienza, con l’illusione che conferisce all’uomo di essere padrone di ogni cosa, risolva tutti i nostri problemi. Non siamo più abituati a interrogarci sulle dimensioni dell’essere, che hanno a che fare con parole come destino, senso, giudizio, responsabilità, cura nei confronti del mondo che ci circonda. In sintesi, sull’infinito: è questa apertura che l’uomo contemporaneo rifiuta, e ciò fa della nostra società, apparentemente aperta, una società chiusa, in cui si esercitano dei veri e propri ostracismi nei confronti dell’interiorità". Quanto all’opera di riforma che sta portando avanti Francesco, Tamaro commenta: "Il Papa sta abbattendo molte costruzioni non necessarie, solidamente presenti anche all’interno della Chiesa ma oggi non determinanti, perché producono un effetto frenante sulla diffusione del messaggio evangelico tra le persone". ” “” ” ” “

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy