DIOCESI: RIMINI, CAMPO LAVORO PER “SFUGGIRE ALLA PESTE DELL’INDIVIDUALISMO”

Don Aldo Fonti, responsabile della Missio diocesana, mette in luce come il Campo lavoro sia riuscito in tutti questi anni a “costruire sinergie tra la realtà ecclesiale e la società civile, coinvolgendo anche i non credenti e chi non frequenta le parrocchie”. Apre l’edizione 2015 la Veglia per i missionari martiri, nella chiesa della Colonnella (Rimini) la sera del 24 marzo, giorno dell’anniversario del sacrificio di monsignor Oscar Romero, arcivescovo di san Salvador. “Dobbiamo opporci all’indifferenza – continua don Fonti -, rischiamo di assuefarci alle tante notizie di violenza che ci arrivano da ogni parte del mondo e, in particolare, dall’Isis. Questa Veglia vuole risvegliare con la preghiera il sostegno ai cristiani perseguitati”. Durante la serata, in collegamento telefonico, anche alcune suore salesiane presenti in Siria. La raccolta 2015 andrà in Albania (Fondazione Shen Asti a Berat per bambini abbandonati), Zimbabwe (missione della dottoressa Marilena Pesaresi all’Ospedale di Mutoko), Tanzania (per un dormitorio-scuola a Kilasara), Zambia (inserimento lavorativo giovani disabili), Etiopia (nuova scuola primaria a cura di padre Bernardo Coccia), Etiopia (ampliamento scuola materna delle Suore di Sant’Onofrio) e Caritas diocesana.” “” ” ” “

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy