CARDINALE PAROLIN: COLLABORAZIONE CON LA ROMANIA PER "LA PACE NEL MONDO" (2)

"La Chiesa, in quanto autorità spirituale – ha spiegato il cardinale Parolin -, rivendica per sé la libertà di poter adempiere all’obbligo di andare in tutto il mondo a predicare il Vangelo e di poter costituirsi come una società di uomini che hanno il diritto di vivere secondo le norme della fede cristiana". Del resto, "la libertà della Chiesa è un principio fondamentale nelle relazioni fra la Chiesa e l’ordinamento giuridico della società civile, che contribuisce alla pace della società e rafforza la pace internazionale, la quale è, al contrario, minacciata da ogni violazione dei diritti dell’uomo". Successivamente il porporato ha ribadito anche che "la Santa Sede sostiene gli sforzi volti a combattere la miseria, lottare contro l’ingiustizia e favorire il miglioramento delle condizioni di vita". E infine ha avvertito che l’ideale di fratellanza viene spesso offuscato nelle società moderne e contemporanee, soprattutto a causa di ideologie individualistiche e collettivistiche. Le quali, secondo Papa Francesco, possono portare a un fraintendimento del concetto di diritti umani e a un loro paradossale abuso. Al contrario, ha concluso il segretario di Stato, "svolgendo la sua missione spirituale, la Chiesa unisce le persone in quell’unità che favorisce una coabitazione umana armoniosa, l’unità degli uomini creati a immagine di Dio".” “” ” ” “

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy