PAPA FRANCESCO: A VESCOVI NIGERIA, "PACE È COSTRUIRE CULTURA DELL’INCONTRO"

"Credenti, sia cristiani che musulmani, sono stati accomunati da una tragica fine, per mano di persone che si proclamano religiose, ma che abusano della religione per farne una ideologia da piegare ai propri interessi di sopraffazione e di morte", è la denuncia del Papa, nella lettera indirizzata ai vescovi della Nigeria, in cui Francesco assicura: "Sono vicino a voi e a quanti soffrono". "La pace – ricorda il Papa – non è solo l’assenza di conflitti o risultato di qualche compromesso politico, o fatalismo rassegnato. La pace, per noi, è un dono che viene dall’Alto, è Gesù Cristo stesso, Principe della Pace, Colui che ha fatto dei due un popolo solo. E solo chi ha la pace di Cristo nel cuore, come orizzonte e stile di vita, può diventare un artigiano della pace". Nello stesso tempo, "la pace è impegno quotidiano, coraggioso ed autentico per favorire la riconciliazione, promuovere esperienze di condivisione, gettare ponti di dialogo, servire i più deboli e gli esclusi". "In una parola, la pace consiste nel costruire una cultura dell’incontro", conclude il Papa, ringraziando tutti coloro che nel Paese "si impegnano concretamente contro ogni forma di violenza e in favore di un avvenire più sicuro e più giusto per tutti". "Accompagnate le vittime! Soccorrete i poveri! Educate i giovani! Fatevi promotori di una società più giusta e solidale!", l’invito del Papa.” “

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy