GIUBILEO MISERICORDIA: MONS. FISICHELLA, "LA CHIESA OFFRE LA SUA NOTA DISTINTIVA"

"Un Anno santo della misericordia. Non è improprio sostenere che Papa Francesco ha fatto della misericordia il suo programma di pontificato. Questo giubileo anche se arriva improvviso non è affatto inaspettato". Lo scrive monsignor Rino Fisichella, presidente del Pontificio Consiglio per la promozione della nuova evangelizzazione, cui il Papa ha affidato l’organizzazione del Giubileo, in un editoriale de "L’Osservatore Romano", in uscita oggi. "Papa Francesco, parlando della misericordia – aggiunge monsignor Fisichella -, ha indicato anche il primo luogo in cui ciascuno può sperimentare direttamente l’amore di Dio che perdona: la confessione". E celebrare questo sacramento è "l’inizio di un cammino di carità e solidarietà. La misericordia, infatti, ha un volto: è l’incontro con Cristo che chiede di essere riconosciuto nei fratelli. Rivisitare le opere di misericordia, pertanto, sarà un percorso obbligatorio durante il prossimo Giubileo". Così "la Chiesa offre la sua nota distintiva: essere segno efficace della misericordia di Dio. Papa Francesco, annunciando un Anno santo straordinario con al centro la misericordia ribadisce la strada che cinquant’anni prima era stata indicata dai padri conciliari e conferma la Chiesa nell’instancabile cammino della nuova evangelizzazione".

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy